Apre a Caserta il Checkpoint: vieni a fare il test per HIV e sifilide in forma rapida, anonima e gratuita (e ti offriamo anche il caffè, nell’attesa).

Ti aspettiamo venerdì 22 e sabato 23 gennaio in via Giuseppe Verdi 21 dalle 18 alle 20.Il Checkpoint sarà aperto il primo e terzo venerdì e sabato di ogni mese dalle 18 alle 20, fino ad agosto 2021.

Consulta il sito dedicato all’iniziativa www.checkpoint.lgbt

CASERTA 5 agosto 2020 – Grande entusiasmo espresso da parte di tutta l’associazione Rain Arcigay Caserta onlus in seguito all’approvazione nella giornata odierna della legge regionale contro le discriminazioni da orientamento sessuale e identità di genere. In attesa dell’approvazione del DDL Zan-Scalfarotto, la Regione ha giocato d’anticipo rispetto al piano nazionale e il Consiglio Regionale della Campania ha oggi approvato tale legge con 34 voti favorevoli e 1 contrario.


“Siamo in attesa di leggere il testo definitivo ma sono felice per questo traguardo raggiunto” sono le parole del Presidente di Rain Arcigay Caserta Bernardo Diana “Questo è un primo passo importante per il contrasto alle discriminazioni in ambito scolastico e lavorativo dovuti a motivi di orientamento sessuale. Soddisfatti del lavoro di cooperazione di tutte le associazioni LGBTI+ della regione, e soprattutto per l’istituzione dei rifugi arcobaleno per chi è in difficoltà, una azione che la nostra associazione fin dal 2016 ha fatto propria sul territorio mediante il progetto del Centro LGBT del mediterraneo, primo social housing in una villa confiscata alla camorra a Castel Volturno”.

Bernardo Diana – presidente di Rain Arcigay Caserta onlus

Pasquale Malatesta – Ufficio Stampa
Rain Arcigay Caserta onlus
Via Giuseppe Verdi 15
81100 Caserta
ufficiostampa@rainarcigaycaserta.it

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DI RAIN ARCIGAY CASERTA BERNARDO DIANA

Ieri nel tardo pomeriggio ho ricevuto una telefonata dall’amministratore condominiale del Parco Faber che mi ha informato di una perdita d’acqua nella villetta n° 40, assegnata dal Comune di Castel Volturno all’organizzazione di volontariato Rain Arcigay Caserta onlus, che dal 2014 si occupa dei diritti e degli interessi delle persone LGBTI+ nella provincia di Caserta.

Quando sono arrivato nel bene confiscato, era ormai tutto allagato e pioveva acqua da ogni parte del solaio. Non potendo accendere la luce e sopraffatto dalla acqua che scorreva ovunque non ho potuto fare altro che chiudere le chiavi dell’acqua e tornare a casa.

Durante la notte ho avuto un attacco d’ansia e non facevo altro che rivivere la scena a cui avevo assistito e non mi vergogno a dire che mi sono messo a piangere, perché avevo già intuito la gravità dei danni.

Stamattina, la mattina di Pasqua, insieme a mio padre, di buon’ora, siamo tornati al bene confiscato e abbiamo spostato i mobili e asciugato i pavimenti e fatta una ricognizione dei danni. Purtroppo, i danni sono veramente ingenti e non sarà più possibile riaprire fino al rifacimento dell’intero impianto idraulico.

Nel 2016, partecipammo alla manifestazione d’interesse del Comune di Castel Volturno per partecipare all’assegnazione di un bene confiscato da adibire a social housing per le persone LGBTI+ cacciate da casa dalle famiglie.

La procedura si è conclusa solo il 6 dicembre 2018 con la consegna delle chiavi, ma la storia giudiziaria di questo bene e di tutte le altre ville nel Parco Faber risale già al 1994.

I beni confiscati al Parco Faber, già Parco lago Allocca, sono stati prima sequestrati nel ’94 e poi confiscati in via definitiva nel ’98 in danno di Francesco Rea, imprenditore di Giugliano in Campania.

I beni passano in proprietà del Comune di Castel Volturno il 13 novembre 2015.

Dal 1994 al 2019 la villa (così come le altre 33) resta vuota e disabitata. Circa 25 anni di abbandono da parte dello Stato e dei suoi organi.

25 anni di abbandono di un bene confiscato, un bene pubblico.

Durante tutta l’estate del 2019 lo abbiamo tenuto in vita, organizzando una tappa del Festival dell’Impegno Civile, opportunità di dibattito sul futuro del Parco, idealizzando insieme ad altre associazioni e stakeholders l’idea del “Parco Rinascimento”, una summer school di volontariato durante la quale i partecipanti hanno contribuito alla pulizia delle aree comuni del Parco.

Oggi si pretende che un’associazione composta quasi esclusivamente da giovani possa accollarsi le spese di ristrutturazione di una struttura grande oltre 300 m2. Nonostante ciò, abbiamo iniziato questa avventura, imparando tantissime cose, anche un po’ ingenuamente come facciamo noi giovani.

Abbiamo fatto il possibile in questi anni per trovare dei fondi per effettuare la ristrutturazione, ma purtroppo non siamo riusciti a vincere o a partecipare a nessun bando dalla capienza necessaria per poter ristrutturare il bene. Abbiamo bussato alle porte dello Stato, della Regione, del Comune, della Fondazione CON IL SUD e di Arcigay, ma purtroppo senza – ancora – esiti positivi.

Oggi, con l’aggiunta di questi nuovi danni all’impianto idraulico, non possiamo più immaginare di riuscire a trovare la cifra necessaria per poter ristrutturare la struttura da soli. O almeno, sono io a non riuscire più ad immaginare di raccogliere € 250.000,00.

E nel pieno dell’emergenza sanitaria da coronavirus dove tutti siamo in difficoltà, ci rendiamo conto di essere più soli che mai.

Ho veramente paura che la struttura possa crollare dopo le infiltrazioni di acqua di ieri e questo significherebbe far vincere la camorra.

Se i beni confiscati li dobbiamo lasciare in queste condizioni, a questo punto, meglio lasciarli alla camorra.

Questo è il conto corrente dedicato alla raccolta fondi per la ristrutturazione del bene confiscato, IT42G0306909606100000162686, ma ad oggi sul conto non c’è mai stata una donazione.

Buona Pasqua

                                                                                               Bernardo Diana

Il Consiglio Direttivo di Rain Arcigay Caserta onlus ha deliberato in data 12 ottobre 2019 delle modifiche per le elezioni del Coordinamento del Gruppo Giovani per l’anno sociale 2019/2020.

Le elezioni si terranno sabato 19 ottobre dalle ore 16:45 presso la sede in Caserta, via Giuseppe Verdi 21.

Hanno diritto di voto i soci con tessera Rain Arcigay valida che hanno dai 16 ai 25 anni e i soci under 16 con tessera Giovanissimi valida.

Possono candidarsi a coordinatore del Gruppo Giovani i soci con tessera Rain Arcigay che hanno almeno 18 anni.

Per presentare la candidatura:
Inviare per email a presidente@rainarcigaycaserta.it o con consegna tramite posta o a mano al front office della CGIL Caserta così indirizzato

Rain Arcigay Caserta onlus
c.a. Presidente p.t.
℅ CGIL Caserta
Via Giuseppe Verdi 15
81100 Caserta CE

Oggetto: candidatura del Coordinamento del Gruppo Giovani a.s. 2019/2020

un plico contenente il proprio curriculum, la lettera motivazionale e le linee programmatiche delle attività che si vogliono realizzare.

L’ufficio di Presidenza sarà disponibile dalle ore 16:30 del 19 ottobre per verificare la validità delle tessere e procedere al rinnovo. In ogni caso è possibile verificare anche da soli la validità della propria tessera cliccando qui.

La nuova edizione del Gruppo Giovani di Rain Arcigay Caserta sta per tornare: lo spazio di sperimentazione e questioning, laboratorio queer per giovani attivisti ritorna sabato 12 ottobre alle ore 16:45 presso la nostra sede in via Giuseppe Verdi 21 a Caserta.
Tante le novità della quarta edizione: a partire dal coordinamento del gruppo che vedrà l’elezione di due coordinatori che si alterneranno nella gestione delle attività.
Il primo giorno di attività ci sarà una presentazione dell’associazione e le votazioni per i due nuovi coordinatori per l’a.s. 2019/2020.

Possono candidarsi a tale carica coloro che hanno una tessera Rain Arcigay valida e che abbiano compiuto 18 anni, alla data delle votazioni.
I due coordinatori dovranno presentarsi con una mozione unitaria che contenga le lettere di motivazione di ognuno e le linee programmatiche. Il tutto dovrà essere inviato entro il 9 ottobre all’indirizzo email presidente@rainarcigaycaserta.it.
Hanno diritto di voto i soci con tessera Rain Arcigay valida che hanno dai 16 ai 25 anni.

blank

Il Presidente convoca per il giorno sabato 11 maggio 2019 alle ore 16 in prima convocazione e alle ore 17 in seconda convocazione il Congresso Straordinario (Assemblea ordinaria e straordinaria degli associati) di Rain Arcigay Caserta onlus, presso la sede legale in Caserta, via Giuseppe Verdi 15 per trattare del seguente ordine del giorno:

  1. relazione introduttiva;
  2. elezioni suppletive degli organi associativi;
  3. modifiche inerenti la riforma del terzo settore;
  4. Pride 2019;
  5. varie ed eventuali.

Tutt* sono invitati a partecipare.

Caserta, il 24 aprile 2019

Il Presidente
Bernardo Diana

TEST HIV GRATUITI
IN ANONIMATO
RISULTATO IN 20 MIN
CASERTA 16 DICEMBRE 2018
VIA GIUSEPPE VERDI 15
dalle 16.30 alle 19.30

A seguito del grande successo dell’iniziativa realizzata in collaborazione con NPS Campania, Anlaids e Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” per la Giornata mondiale contro l’AIDS, Rain Arcigay Caserta onlus organizza presso la propria sede, grazie alla collaborazione con la CGIL Caserta, una Giornata di Screening dell’HIV effettuati da Professionisti Sanitari (un Medico ed un Infermiere).

I test che verranno utilizzati sono forniti da NPS Campania e consentono un risultato in 20 minuti, hanno elevata Sensibilità ed un alto Valore Predittivo Negativo (cioè il risultato negativo al test dà la conferma che non si sia verificata infezione).

Questo servizio sarà fornito in maniera gratuita ed in anonimato per tutti gli utenti.

blank

Pubblicato ieri 6 febbraio il decreto della Sezione specializzata in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione Europea del Tribunale di Napoli che ha riconosciuto ad un ragazzo gay nigeriano, domiciliato in provincia di Caserta, la protezione sussidiaria.

Il procedimento è stato seguito dall’avvocato Marco Proto che spiega così la vicenda: «il Tribunale di Napoli, ha concesso la protezione sussidiaria ad un cittadino nigeriano omosessuale. Lo stesso si era visto costretto a lasciare il proprio Paese di origine dopo essere stato ripudiato dalla famiglia a causa del suo orientamento sessuale e dopo aver subito un’aggressione ad opera dei familiari del suo compagno. Il Giudice ha ritenuto credibile la vicenda occorsa al ricorrente, avvalorata anche dalla relazione stesa dall’Associazione Rain Arcigay di Caserta, presso la quale lo stesso risulta iscritto e grazie alla quale ha avviato un importante percorso di integrazione socio-culturale. Alla luce di ciò, Il Tribunale di Napoli – ribaltando la decisione negativa della Commissione Territoriale di Caserta – ha riconosciuto al richiedente il diritto alla protezione sussidiaria, considerato il fatto che in Nigeria l’omosessualità è considerata reato punito con la detenzione e che, pertanto, un rientro forzato in Nigeria costituirebbe un evidente pregiudizio per il ricorrente, che rischierebbe di subire trattamenti inumani o degradanti a causa della politica di repressione posta in essere dal governo nigeriano nei confronti delle persone LGBT».

La nostra associazione è intervenuta in seguito al rigetto della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale di Caserta producendo una dichiarazione eseguita dal Ciao! – Sportello Migranti LGBT di Rain Arcigay Caserta onlus, richiamata espressamente nel provvedimento del Tribunale.

Laura Maria Santonicola, delegata del Ciao! – Sportello Migranti LGBT, ha così commentato: «In questo periodo di tensione crescente, in cui la paura e l’odio verso lo straniero, il rifugiato vengono alimentati e strumentalizzati da esponenti politici di discutibile dignità, è rincuorante vedere come sempre più spesso la giustizia riconosca la realtà dei fatti, l’umanità di chi fugge in cerca un posto in cui vivere e non solo sopravvivere. Abbiamo avuto l’onore di toccare con mano queste storie, di uomini e donne che hanno avuto il coraggio di affrontare il mondo con nulla in tasca, se non la propria identità, la propria umanità, fuggendo da condizioni non molto diverse da quelle che affrontava la comunità LGBT+ italiana fino a pochissimo tempo fa. Persone rifiutate dalle loro famiglie, dal proprio Paese, per la colpa imperdonabile di essere solo ciò che sono. Ebbene, speriamo riescano a trovare qui la felicità, la libertà che merita ogni essere umano. Sono orgogliosa di aver contribuito al percorso dei nostri soci e auguro loro ogni bene» riferendosi anche a un altro caso analogo seguito dallo Sportello.

Il provvedimento del Tribunale

 

Sabato 3 febbraio, nel salone della CGIL di Caserta, si è tenuta la Festa dei Tesseramenti di Rain Arcigay Caserta Onlus, ANPI Caserta e Generazione Migrante. Questo evento ha sancito una nuova intesa collaborativa di cui siamo estremamente orgogliosi, soprattutto in vista del Pride che, ricordiamo, si terrà il prossimo 16 giugno.

Vogliamo ringraziare tutte le persone che hanno deciso di passare del tempo con noi: è stato un pomeriggio gradevole, all’insegna dell’amicizia e della stima reciproca tra le varie associazioni.

E’ stato istituito uno spazio di tesseramento plurimo, che si basa su valori comuni e ci dona ulteriore forza.

Abbiamo allestito una piccola mostra fotografica con gli eventi più importanti della nostra storia.

Con un pizzico di orgoglio, siamo consapevoli di aver fatto molti passi in avanti ma, allo stesso tempo, c’è ancora tanto da fare …

Le sfide non ci spaventano, ci siamo rimboccati le maniche.

Sappiamo che vi avremo sempre al nostro fianco!

 

Tesseramenti 2Tesseramenti 3Tesseramenti 4Tesseramenti 5

[ad_1]
*AVVISO GRUPPO GIOVANI*
Oggi il Gruppo non si riunirà: prossimo appuntamento sabato 27 maggio 2017 ore 16:30.
[ad_2]

Source